Conservazione

Le locandine e i manifesti della Collezione Salce sono opere su carta sensibili alla luce, a variazioni repentine di umidità e temperatura e ad altri parametri climatici non idonei. Sono manufatti difficili da movimentare e costituiti da materiali moderni intrinsecamente fragili.

Le principali difficoltà di gestione della Collezione derivano dall’eccezionale quantità di opere (oltre 24.000), dalla necessità di conservare oggetti effimeri, e dalle grandi dimensioni di buona parte dei manifesti.

Le operazioni di conservazione e restauro vengono progettate ed eseguite in un’ottica di minimo intervento al fine di mantenere le caratteristiche originali dell’opera. Si preferisce la cura dell’intera Collezione a interventi su singoli documenti.

I metodi di intervento e i materiali sono scelti cercando di accordare l’efficacia, la reversibilità, la sostenibilità economica, il rispetto per l’ambiente e per la salute degli operatori.

Le pratiche di conservazione preventiva e di intervento sulla grafica pubblicitaria sono temi emersi solo in tempi recenti. Il Museo intende studiare e proporre le soluzioni eticamente più corrette alla luce delle esperienze fatte finora e tramite il confronto con altri enti.