San Gaetano

Il complesso di San Gaetano: a sinistra la chiesa, a destra il museo
San Gaetano
La Collezione Salce è finalmente esposta nel cuore storico della città che l’ha vista nascere, a poca distanza dalla casa dove Nando Salce ne raccolse i pezzi (oggi I.S.R.A.A., in Borgo Mazzini, 48.).
L’ingresso del Museo affaccia sul sagrato della chiesa di San Gaetano/San Giovanni del tempio, non lontano dal complesso conventuale di Santa Caterina, oggi museo civico.

Il Museo Collezione Salce si articola su quattro piani che ospitano spazi di servizio – accoglienza, bookshop, infopoint, toilettes – e superfici espositive appositamente ideate per i materiali grafici.
L’offerta museale non ha configurazione permanente: per scelta scientifica e per ragioni conservative, i materiali della Collezione Salce sono esposti a rotazione nell’ambito di mostre temporanee di carattere monografico o tematico.

In occasione dell’ingresso al Museo, è anche possibile visitare, volendo, la chiesa di San Gaetano, edificio dei Cavalieri Templari ricco di storia e di opere d’arte.
Importanti, tra l’altro: il monumento funebre a Ludovico Marcello, opera cinquecentesca di Antonio Maria da Milano; la ricca quadreria; i dipinti di Giovanni Battista Canal; l’organo settecentesco di Gaetano Callido, uno degli strumenti più preziosi presenti in città.